Progetti

SmartCRM

PROGETTO

Nella mia attività di sviluppatore ho realizzato molti applicativi riconducibili al concetto di CRM (Customer Relationship Management).
In buona sostanza si tratta di porre al centro il cliente e di poter accedere a tutte le informazioni ad esso collegate spingendosi oltre quanto già disponibile nei sistemi gestionali.

E’ in fase di completamento SmartCRM, una soluzione CRM interamente personalizzabile e integrabile con i sistemi informativi esistenti.

A breve saranno disponibili ulteriori dettagli.

 

 

Data Dictionary

PROGETTO

Mi occupo di accesso, gestione e integrazione di informazioni fin da quando ho iniziato la mia attività professionale.
Il problema principale di questa attività è la varietà di forme, strutture, modalità di accesso che le informazioni hanno.
Diversi anni fa Visus RAD è nato per rispondere a questa esigenza.
Lo straordinario sviuppo del mondo digitale e la conseguente crescente disponibilità di informazioni, in particolare dell’universo degli Open Data, mi ha spinto a progettare una soluzione ulteriormente efficace, non sostitutiva ma complementare ed aggiuntiva, per affrontare questa sfida.

Data Dictionary è pensato per sfruttare appieno le nuove opportunità offerte dalla rivoluzione digitale.

A breve saranno disponibili ulteriori dettagli.

Mirabilia

PROGETTO

Ho sempre amato tutto ciò che è espressione del nostro paese e della sua millenaria cultura: storia, paesaggio, luoghi, arte, opere dell’ingegno, gastronomia, tradizioni, usanze, civiltà, persone.

Mirabilia è il desiderio di raccogliere tutto questo per non dimenticarlo e per non perderlo, per mostrarlo, valorizzarlo ed onorarlo.

Mirabilia si basa su Visus RAD e Data Dictionary ed utilizza un modello dati RDF.

Tabula

PROGETTO

Tabula è il tentativo di realizzare un diverso rapporto tra informazioni e persone.
Le informazioni nascono nei più svariati momenti e contesti, riguardano sia la nostra vita privata che quella professionale.
Le raccogliamo su vari supporti e in diverse forme: tradizionalmente sulla carta, attualmente in forma digitale, comunque in diversi “luoghi” fisici o virtuali.
Spesso non raccogliamo affatto queste informazioni perchè non abbiamo un mezzo adeguato o riteniamo troppo scomodo farlo.
Gli strumenti che abbiamo a disposizione ci obbligano a raccogliere le informazioni in base al loro genere, alla loro finalità, al momento nel quale nascono o al momento nel quale crediamo di doverle cercare; in ogni caso non abbiamo un posto unico nel quale raccoglierle e cercarle.
Essendo in luoghi e forme differenti queste informazioni sono scollegate tra loro.
La conseguenza di questo situazione è che la gran parte delle informazioni che potrebbero essere utili e importanti non sono accessibili a causa di strumenti e approccio inadeguati.

Proviamo ad elencare i più comuni modi che abbiamo a disposizione e utilizziamo normalmente.

  • blocchi appunti, quaderni e agende;
  • bigliettini;
  • lavagne, bacheche e pannelli;
  • file e documenti elettronici;
  • e-mail e sistemi di instant messaging;
  • sistemi di e-calendar e to-do list;
  • web site e CMS;
  • forum e blog;
  • social network;
  • database e software specifici;

Ognuna di queste forme è sia luogo di inserimento che luogo di ricerca.
Per ognuna di esse esistono innumerevoli casi concreti: molti quaderni e bigliettini, molti file e documenti elettronici (e dispositivi che li contengono) , molti account di mail e social network, molti siti, forum e blog, molti database e software …

Se potessimo concentrare in un unico luogo e modo sia la raccolta che la ricerca delle informazioni avremmo evidenti vantaggi.
Potremmo anche mettere in relazione tra loro le diverse informazioni arricchendole di valore e consentendoci di “navigarle”.
Naturalmente le informazioni potrebbero essere comunque reindirizzate/prelevate verso e dai canali tradizionali senza obbligarci ad abbandonare completamente le attuali modalità.

 

Corso di programmazione

PROGETTO

languages

Mi è capitato molte volte di insegnare la programmazione: per professione a clienti e colleghi, per passione ad amici e ragazzi; ho tentato, con scarso successo almeno per il momento, anche con i miei figli.

Non ho ancora capito quale sia il modo migliore per iniziare con chi è completamento digiuno della materia.

Tra le decine di linguaggi che è possibile scegliere per imparare ritengo JavaScript il miglior compromesso; questi sono alcuni motivi:

  • è semplice;
  • è utilizzabile immediatamente, senza particolari strumenti: sono sufficienti un browser ed un editor di testi;
  • è diffuso: qualsiasi pagina web lo contiene;
  • è multipiattaforma: funziona su tutti i sistemi operativi, sia lato client che lato server, su dispositivi desktop e mobile;
  • è produttivo: non è uno strumento educativo utile solo ad imparare ma à normalmente utilizzato e richiesto dal mondo del lavoro;
  • è completo e avanzato;

 


Il progetto Sofficino è un ambiente di programmazione semplificato utile all’apprendimento.

Il progetto Virtual è un’applicazione con finalità di apprendimento.

 


GirlsCodeItBetter

Conduco un’attività di docenza nell’ambito del progetto Girls Code It Better.

Alcuni materiali del corso sono disponibili in http://rocchini.it/wpmu/gcib/

Sofficino

PROGETTO

Diverse volte ho accarezzato l’idea di realizzare un semplice ambiente di programmazione per agevolarne lo studio e favorire la sperimentazione.

Sofficino è un’ambiente di programmazione semplificato pensato per l’apprendimento.
L’idea è maturata nell’ambito del progetto Corso di Programmazione.

Le  caratteristiche fondamentali dell’ambiente sono:

  • Utilizzare un linguaggio già esistente che sia diffuso, semplice e completo.
  • Consentire un’accesso diretto alla programmazione “pura” tralasciando gli aspetti di “contorno”.
  • Essere adatto a persone di ogni età e senza requisiti tecnici minimi.
  • Non essere limitato al mondo dell’apprendimento ma avere una possibilità di impiego per la soluzione di casi reali.

 

Il nome Sofficino è ispirato ad Arduino perchè ha l’ambizione di fare per il software ciò che quest’ultimo ha fatto per i microcontrollori hardware.
Per non incorrere in problemi legati al nome potrebbe diventare anche Softicino ma il primo è sicuramente più simpatico.

Il progetto è al momento ancora in fase embrionale e non so se mai avrò il tempo di svilupparlo e completarlo.

Sella Smart/Safebike

PROGETTO

In collaborazione con FabLab Reggio Emilia ho realizzato per Cimurri/DynaLab un prototipo hardware/software utilizzando la scheda sperimentale Android IOIO OTG e alcuni sensori interfacciati via Bluetooth con uno smartphone Android.

Il microcontrollore utilizzato è un’alternativa al consueto e diffuso Arduino/Genuino che consente l’intero sviluppo software lato Android.


Android IOIO OTGDongle Bluetooth   Sensore di posizione a ultrasuoni
 

Il sistema si compone di:

  • un modulo, da alloggiare sotto la sella della bicicletta, contenente un sensore di prossimità ad ultrasuoni e due indicatori luminosi a led;
  • un’applizione di controllo, per smartphone Android, che comunica con il modulo via Bluetooth.

 

Le funzioni implementate sono:

  • indicatore di prossimità dei veicoli in avvicinamento posterirmente;
  • luci notturne automatiche;
  • indicatori luminosi di direzione (“Frecce”);
  • indicatore luminoso di arresto (“Stop”);
  • segnale luminoso di emergenza (“Quattro Frecce”);
  • segnale acustico (“Clacson”);

 

Continua la lettura di Sella Smart/Safebike

Virtual

PROGETTO

I labirinti mi hanno sempre affascinato.
Quando ho iniziato a programmare, molti anni fa, il labirinto è stato uno dei primi tentativi di creare un gioco.

Con questo progetto quel tentativo si rinnova diventando un pretesto per sperimentare nuove tecnologie (HTML5 Canvas e WebGL).
E’ anche un interessante e divertente esercizio di programmazione pensato per chi deve imparare.

Magic Board

PROGETTO

Magic Board


  

Applicazione nativa per Smartphone Android utile alla realizzazione di semplici animazioni grafiche.
Consente di disegnare facilmente con le dita, di applicare effetti grafici predefiniti e di creare sequenze di fotogrammi che in seguito possono essere animati con risultati sorprendenti.

Le animazioni realizzate possono essere condivise e inviate via mail anche a chi non possiede l’applicazione.

JSC – JavaScript Client

PROGETTO

JSC è una libreria JavaScript per la costruzione di applicazioni Web SPI (Single Page Interface).

JSC è stato realizzato per un istituto bancario nell’ambito della mia collaborazione con CAST Group.

UbiCum

PROGETTO

UbiCum
Dove-Quando


Applicazione per Smartphone utile alla determinazione del luogo nel quale si era in un qualsiasi giorno passato.

Mantiene l’archivio storico delle posizioni geografiche nelle quale ci si viene a trovare nel tempo.

Funziona anche senza la disponibilità di un GPS (con precisione più limitata) grazie alla determinazione della cella telefonica nella quale ci si trova.

Consente di ricostruire con buona precisione i propri spostamenti e la propria eventuale presenza presso le varie destinazioni (clienti, luoghi di trasferta, ecc.) con relativa durata della permanenza.